Trattamenti termici
Email Print

Per trattamenti termici si intendono quelle operazioni o successioni di operazioni termiche alle quali vengono sottoposti metalli o leghe metalliche, allo scopo di ottenere una determinata struttura e determinate proprietà finali, con variazioni più o meno accentuate rispetto a quelle di partenza.

Le parti essenziali in cui può essere suddiviso un trattamento termico sono:

  • preriscaldamento
  • mantenimento ad una certa temperatura
  • raffreddamento

Durante queste fasi a seconda del tipo di materiale trattato, del trattamento eseguito, e della qualità finale che si vuole ottenere, si impiegano atmosfere protettive.

Le atmosfere protettive si dividono in attive e neutre a seconda dell’interazione dei gas con il materiale trattato e possono essere prodotte in sito (impianto DICPC) o tramite l’utilizzo di atmosfere “sintetiche” costituite da azoto, argon, idrogeno, anidride carbonica o da loro miscele.

L’azoto viene utilizzato nel forno di trattamento termico sia in fase di processo sia in fase di “lavaggio”. Nel caso del titanio si utilizza argon invece di azoto per evitare la formazione di azoturi. Azoto ed argon ad alta pressione sono anche impiegati nella fase di raffreddamento dei forni sotto vuoto. L’idrogeno in atmosfera fa sì che la stessa sia riducente ed incrementa la velocità di scambio termico.

SIAD è in grado di fornire la soluzione idonea al tipo di trattamento da eseguire: progettazione, realizzazione, installazione degli impianti che permettono la conduzione sicura dei processi di trattamento termico.