Saldatura per penetrazione profonda
Email Print

Saldatura per penetrazione profonda

Un fascio Laser con densità di potenza superiore a 106 - 107 W/cm2 è focalizzato sulla superficie da saldare e vaporizza il metallo nel punto d’incidenza, generandovi un piccolo capillare di vapore metallico ionizzato (detto “Plasma”) in grado di assorbire quasi completamente la potenza Laser trasferendola in profondità.

I risultati sono:

  • rapporto tra profondità e larghezza del cordone molto elevato (6-8);
  • limitato apporto termico verso il materiale adiacente;
  • elevate velocità di lavoro;
  • minime distorsioni.

La saldatura per penetrazione è la più applicata nell’industria moderna.

Molte volte il Plasma che si forma è così intenso (potenza Laser troppo elevata o velocità troppo limitata) da fuoriuscire dal capillare stesso, dando luogo ad una riduzione della potenza all’interno del materiale (effetto schermo Plasma). Ciò può limitare la penetrazione, (in questo caso il cordone si presenta superiormente con la caratteristica testa di chiodo) o addirittura creare l’interruzione del processo di saldatura. Per effetto della diversa lunghezza d’onda d’emissione, quest’effetto è molto più rilevante per i fasci Laser a CO2 rispetto a quanto avviene per quelli emessi dalle sorgenti Nd-YAG.